Lettera del Vescovo per la Pasqua

Il Vescovo ha pubblicato una lettera da inviare a tutti i fedeli della diocesi in occasione della Santa Pasqua che quest'anno vivremo in una forma del tutto anomala.

Il testo completo lo si può scaricare dal sito della Diocesi di Crema.

 

 

Indicazioni per la Settimana Santa

La Diocesi di Crema comunica che le celebrazioni della Settimana Santa si svolgeranno secondo le disposizioni della Santa Sede e della Conferenza Episcopale Italiana, nel rispetto delle misure di emergenza che sono state stabilite dall’autorità pubblica per fronteggiare l’epidemia CoViD-19.

Tutte le celebrazioni saranno a porte chiuse. Ai preti di parrocchie vicine è stata lasciata la possibilità di unirsi in una sola celebrazione. In tutti i casi, dovranno essere rispettate le norme di sicurezza stabilite dall’autorità pubblica.

La tradizionale Veglia dei giovani, per la celebrazione diocesana della Giornata della gioventù, tenuta abitualmente alla vigilia della domenica delle Palme, sarà sostituita da quattro appuntamenti, di circa 20 minuti ciascuno, trasmessi in diretta dalla cattedrale alle 20:30 di sabato 4, lunedì 6, martedì 7 e mercoledì 8 aprile. Per ulteriori informazioni, si rimanda al sito internet del servizio diocesano di Pastorale giovanile.

La celebrazione della domenica delle Palme (domenica 5 aprile) non prevede né la benedizione né la distribuzione degli ulivi benedetti; la Messa si svolgerà, nelle chiese parrocchiali, secondo la “forma semplice” prevista dal Messale.

Nel giorno del mercoledì santo (8 aprile), è stata proposta ai sacerdoti una giornata di “digiuno eucaristico”, nella quale non celebrare la santa Messa e tenere invece (sempre a porte chiuse, ma a un orario comunicato ai fedeli) una liturgia penitenziale; in occasione di questa, i fedeli possono compiere un atto profondo e sincero di richiesta di perdono a Dio per tutti i propri peccati, compiendo un gesto penitenziale e impegnandosi a celebrare poi il sacramento della Penitenza appena sarà possibile; potranno così ricevere il perdono di Dio ed essere aiutati a vivere in più profonda comunione con Lui e con i fratelli il Triduo santo e le feste pasquali.

Il giovedì santo (9 aprile) non si celebrerà la “Messa del Crisma”, che viene trasferita a data da destinarsi. La Messa vespertina “nella cena del Signore” non prevede il rito della lavanda dei piedi, né la processione per la riposizione del Santissimo Sacramento. È stata lasciata ai parroci la possibilità (previa intesa con l’autorità pubblica) di portare brevemente il Santissimo Sacramento sul sagrato della Chiesa, per rendere possibile un gesto di adorazione da parte dei fedeli dalle proprie case, in sostituzione dell’adorazione eucaristica che abitualmente si faceva nelle chiese la sera del giovedì santo.

Nelle celebrazione della Passione del Signore del venerdì santo (10 aprile), in particolare nella grande “preghiera universale”, sarà inserita un’intenzione speciale di preghiera per la situazione di emergenza sanitaria che stiamo attraversando. I sacerdoti sono invitati, al termine della celebrazione (e sempre d’intesa con l’autorità pubblica), a uscire con la croce sul sagrato della Chiesa per rendere possibile ai fedeli, dalle proprie case, un gesto di adorazione.

Nella Veglia pasquale, che si celebra la sera del sabato santo (11 aprile), saranno omessi il rito dell’accensione del fuoco nuovo e anche le eventuali celebrazioni di battesimi.

La domenica di Pasqua, 12 aprile, i parroci sono invitati a far suonare festosamente le campane, all’ora della Messa e a mezzogiorno, come segno di annuncio della Pasqua del Signore. Le celebrazioni delle sante Messe si terranno secondo le modalità già attuate nelle settimane scorse.

Il Vescovo Daniele presiederà le celebrazioni della Settimana santa in cattedrale, secondo il seguente orario:

  • Domenica 5 aprile, ore 10: santa Messa della “Domenica delle Palme e della Passione del Signore”

  • Lunedì e martedì della Settimana santa, 6-7 aprile, ore 8: Lodi e santa Messa

  • Mercoledì della Settimana santa, 8 aprile, ore 8: Lodi e Liturgia penitenziale

  • Giovedì santo, 9 aprile, ore 17: santa Messa “in cena Domini”

  • Venerdì santo, 10 aprile, ore 8: Ufficio di letture e Lodi; ore 15: Celebrazione della Passione del Signore

  • Sabato santo, 11 aprile, ore 8: Ufficio di letture e Lodi

  • Sabato santo, 11 aprile, ore 20:30: Veglia pasquale

  • Domenica di Pasqua, 12 aprile, ore 10: santa Messa di Pasqua; ore 17: Vespri

  • Lunedì ‘dell’Angelo’, 13 aprile, ore 10: santa Messa

Tutte queste celebrazioni saranno trasmesse in diretta streaming e sulle frequenze radio di RadioAntenna5.

 

Programma della Settimana Santa

Parrocchie di Casaletto Vaprio e Cremosano

 

Domenica 5 aprile

     

ore 11.00: santa Messa delle Palme e della Passione del Signore

Lunedì Santo 6 aprile

 

ore 18.30: santa Messa

Martedì Santo 7 aprile

 

ore 18.30: santa Messa

Mercoledì Santo 8 aprile

 

ore 18.30: Liturgia penitenziale

Giovedì Santo 9 aprile

 

ore 18,30: santa Messa “in Coena Domini”

Venerdì Santo 10 aprile

 

ore 15.00: Celebrazione della Passione del Signore

   

ore 18.30: Via Crucis

Sabato santo, 11 aprile

 

ore 20.30: Veglia pasquale

Domenica 12 aprile

 

ore 11.00: santa Messa di Pasqua

Lunedì 13 aprile

 

ore 11.00: santa Messa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tutte le celebrazioni saranno trasmesse in diretta sul canale Youtube della Parrocchia.

 

Messe in diretta Youtube

  • dal Lunedì al Sabato Santa Messa alle ore 18.30
  • Domenica  Santa Messa alle ore 11.00

La trasmissione in diretta la si può seguire collegandosi al canale Youtube della Parrocchia

 

La Comunione Spirituale

In questi giorni la Santa Messa viene celebrata senza la partecipazione del popolo e quindi non si può ricevere il sacramento eucaristico; per questo viene proposta la Comunione Spirituale.

Con Comunione Spirituale si intende una preghiera mediante la quale il fedele esprime il desiderio di unirsi a Cristo e di ricevere Gesù Eucaristia, pur senza prendere materialmente la Comunione sacramentale nell'ostia consacrata.

Rispetto alla Comunione Sacramentale, la Comunione Spirituale ha la caratteristica di poter essere fatta ogni qualvolta il fedele lo voglia e in qualsiasi luogo o momento della giornata. Ciò detto, si deve prestare attenzione a non svalutare o svilire la Comunione Spirituale, che è comunque vera Comunione.

Si suggerisce di fare la Comunione Spirituale in alcuni momenti particolarmente significativi di preghiera familiare o personale, oppure quando si segue la Santa Messa attraverso la radio o la televisione.

Si può fare la Comunione Spirituale recitando una di queste preghiere o altre che manifestino il desiderio di vivere uniti a Gesù.

 

Gesù mio, io credo che sei realmente presente nel Santissimo Sacramento.
Ti amo sopra ogni cosa e ti desidero nell’anima mia.

Poiché ora non posso riceverti sacramentalmente,
vieni almeno spiritualmente nel mio cuore.

Come già venuto, io ti abbraccio e tutto mi unisco a te;
non permettere che mi abbia mai a separare da te.

Eterno Padre, io ti offro il Sangue Preziosissimo di Gesù Cristo
in sconto dei miei peccati,
in suffragio delle anime del purgatorio
e per i bisogni della Santa Chiesa. Amen.

 

Oppure:

 

Ai tuoi piedi, o mio Gesù,

mi prostro e ti offro il pentimento del mio cuore contrito

che si abissa nel suo nulla e nella Tua santa presenza.

Ti adoro nel Sacramento del Tuo amore,

desidero riceverti nella povera dimora che ti offre il mio cuore.

In attesa della felicità della comunione sacramentale,

voglio possederti in Spirito.

Vieni a me, o mio Gesù,

che io venga da Te.

Possa il Tuo amore infiammare tutto il mio essere,

per la vita e per la morte.

Credo in Te, spero in Te, amo Te. Amen.

 

Testo scaricabile

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information