La trabacola

La trabacola, in dialetto casalettese: trabacùla, è uno strumento «musicale» idiofono a scuotimento, umile nell’aspetto e semplice nella forma, ricorda un tagliere. E’ composta da una tavola di legno su cui sono incernierate delle maniglie di ferro (una per ogni lato) e il cui «suono» viene ottenuto attraverso veloci movimenti rotatori del polso: le maniglie battendo alternativamente, ora di qua ora di là sui due lati della tavola, producono un «suono» ritmico, per nulla melodioso, ma inconfondibile e sufficientemente forte da essere udito dagli abitanti del Paese.

La trabacola è tradizionalmente utilizzata durante il Triduo Pasquale. Messaggeri del parroco per la chiamata a raccolta dei fedeli sono i chierichetti, i quali, felici in mezzo a quel frastuono, con passo svelto girano per le vie del Paese passandosela di mano in mano. Ma perché viene utilizza la trabacola?

La sera del giovedì che precede la Domenica di Pasqua, il Giovedì Santo, nel corso della celebrazione liturgica, al momento del «Gloria», si esegue una scampanata e poi, in segno di lutto per la morte di Gesù, le campane vengono «legate» (ligàa le campane) e diventano mute. Verranno «slegate» e riprenderanno a suonare (sligàa le campane) durante la Veglia Pasquale, la notte del Sabato Santo quando, sempre al «Gloria», verranno fatte scampanare a festa per annunciare l'avvenuta Resurrezione di Cristo.

In campagna, fino alla metà del secolo scorso, oltre che a segnalare l’inizio delle funzioni religiose, il suono delle campane tradizionalmente segnava anche la quotidianità della vita civile: si utilizzavano i rintocchi per avvertire che il medico era in ambulatorio, oppure che stava arrivando l'esattore, oppure ancora si richiamava l’attenzione degli uomini al lavoro nei campi che stava accadendo qualcosa di grave in paese; la mancanza, in questo periodo di lutto, di quel suono «famigliare» era dunque avvertito.

Ecco spiegata la funzione della trabacola che, da sgraziato strumento qual è, diviene armonioso richiamo per i fedeli: li chiama a raccolta e li avvisa che sta per essere celebrata l’Eucarestia.

 

 
Flash News

L'oratorio sarà aperto anche il

VENERDI' POMERIGGIO

Condividi Questa Pagina!

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information