Chiarimenti sul bonus "Baby sitting e Centri Estivi"

Introdotto con il decreto Cura Italia il “bonus baby sitting e centri estivi” risponde ai bisogni delle famiglie attraverso un incentivo economico alla partecipazione ad attività educative. La procedura per richiedere il bonus è pubblicata sul portale INPS. Le domande possono essere presentate dalle seguenti categorie di lavoratori con il limite di 1.200,00 euro a nucleo familiare per il periodo 5 marzo – 31 luglio 2020 indipendentemente dal numero di figli a carico:

  1. dipendenti del settore privato;
  2. iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata (di cui all’articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335);
  3. autonomi iscritti all’INPS;
  4. autonomi iscritti alle casse professionali (previa la comunicazione da parte delle rispettive casse previdenziali del numero dei beneficiari).

Per i dipendenti del settore sanitario pubblico e privato il bonus viene alzato a 2.000,00 euro per nucleo famigliare. Di seguito le categorie professionali che possono richiedere il bonus maggiorato:

  1. medici;
  2. infermieri;
  3. tecnici di laboratorio biomedico;
  4. tecnici di radiologia medica;
  5. operatorisociosanitari;
  6. personale comprato sicurezza, difesa e soccorso pubblico impiegato per esigenze connesse all’emergenza epidemiologica Covid-19.

Per l’opzione di frequenza ai centri estivi e per servizi integrativi per l’infanzia, il genitore dovrà allegare alla domanda della prestazione la documentazione comprovante l’iscrizione ai suddetti centri e/o strutture che offrono servizi integrativi per l’infanzia (ad esempio, ricevuta di iscrizione, fattura, altra documentazione che attesti l’iscrizione), indicando anche i periodi di iscrizione del minore al centro o alla struttura (minimo una settimana o multipli di settimana), che non potranno andare oltre la data del 31 luglio 2020. Inoltre, dovrà essere indicato anche l’importo della spesa sostenuta o ancora da sostenere.

Nella procedura dovranno essere indicati la ragione sociale e la partita iva (o il codice fiscale) nonché il tipo di struttura che ospita il minore, selezionando il codice identificativo tra le seguenti tipologie previste dal nomenclatore degli interventi e servizi sociali. Per noi il nomenclatore è: Centri con funzione educativo-ricreativa (LA).

Il bonus per servizi di iscrizione ai centri estivi e servizi integrativi per l’infanzia è erogato mediante accredito su conto corrente bancario o postale, carta prepagata con IBAN o bonifico domiciliato presso le poste, secondo la scelta indicata all’atto della domanda dal richiedente.

Il titolare del conto associato all’IBAN, comunicato in domanda, dovrà corrispondere al soggetto beneficiario. Si segnala che verrà verificata tale corrispondenza prima dell’emissione dell’importo dovuto; qualora vengano riscontrate delle anomalie, ne sarà data tempestiva comunicazione all’utente, che potrà correggere l’eventuale dato con l’apposita funzione disponibile sul portale Internet.

La domanda può essere presentata direttamente sul portale Inps. La domanda deve essere presentata da un componente del nucleo familiare (non dalla parrocchia o dall’associazione dell’Oratorio).

Nel caso specifico del Centro Estivo "#MACHETRIO!" possono inoltrare la richiesta per il Bonus Baby sitting e Centri Estivi solo coloro che hanno scelto come modalità di pagamento il Bonifico Bancario.

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information