Consiglio Pastorale Parrocchiale

 

 

E' stato nominato il nuovo consiglio Pastorale Parrocchiale, anche se l'operazione ha riscontrato qualche difficoltà:

• non si è potuto procedere alla elezione in quanto le candidature spontanee non hanno raggiunto il numero degli eleggibili pertanto risultano eletti tutti i candidati che si sono proposti;

• il Consiglio Pastorale Parrocchiale non ha raggiunto il numero di candidati suggerito dagli statuti diocesani;

• è emerso che come organismo di partecipazione pastorale all'interno della parrocchia il Consiglio Pastorale Parrocchiale risulta essere poco conosciuto.

Questa situazione lascia quindi la possibilità al Consiglio Pastorale costituendo di arricchirsi di nuove presenze fino al raggiungimento del numero previsto magari in seguito a una presentazione più dettagliata delle sue finalità.

Per questo motivo viene pubblicato di seguito uno stralcio degli statuti diocesani sulla formazione dei Consigli Pastorali Parrocchiali con la speranza che la realtà del nostro Consiglio Pastorale possa consolidarsi e arricchirsi sempre di più.

Le elezioni al Consiglio Pastorale Parrocchiale vengono qui pubblicate;

STATUTO del CONSIGLIO PASTORALE (CPP)

Natura e costituzione

In ogni parrocchia è costituito il Consiglio Pastorale Parrocchiale, in rappresentanza della stessa comunità, al fine di promuovere la partecipazione di tutto il Popolo di Dio alla missione di salvezza, in comunione di vita e di azione con la Chiesa che è in Crema, guidata dal suo Vescovo.

Il Consiglio Pastorale rappresenta un modo efficace per favorire la corresponsabilità di tutti i fedeli all'azione pastorale ed è segno e strumento di comunione della Comunità parrocchiale.

Compiti

• Lo studio e la rilevazione della realtà parrocchiale, in relazione ai momenti fondamentali della vita cristiana: la Catechesi, la Liturgia, la Carità. L'attenzione ai settori emergenti come: la famiglia, la gioventù, il mondo del lavoro, della scuola, della cultura, delle comunicazione, ecc.

• Lo  studio, la formazione, e l'approvazione del programma annuale di azione pastorale, in riferimento al Piano Pastorale Diocesano, alle iniziative promosse nell'insieme della Chiesa locale e alle proposte del CPZ (Consiglio Pastorale Zonale), tenendo conto delle situazioni locali.

Per adempiere questo compito il CPP adotta, nel limite del possibile, il metodo della programmazione che richiede:

• La costituzione di commissioni o gruppi di studio, o almeno la designazione di incaricati, per l'attuazione di specifici interventi in settori particolari della comunità parrocchiale.

• L'approvazione dei bilanci riguardanti l'amministrazione ordinaria della chiesa e delle opere parrocchiali; come pure l'approvazione di qualsiasi atto di amministrazione straordinaria.

Composizione

Sono membri del CPP: il Parroco, che ne è il Presidente.
• di diritto: i coadiutori; una religiosa della Comunità che presta servizio in parrocchia; il Presidente dell'Azione Cattolica;

per elezione: da 15 a 20 laici in parrocchie fino a 2000 abitanti;

• per designazione del Parroco: 3 laici per parrocchie fino a 3000 abitanti;

• il Consiglio può cooptare alcune persone particolarmente espressive di particolari realtà, in un numero non superiore a 1/5 dei componenti il Consiglio stesso.
Possono far parte del CPP i fedeli che sono in comunione con la Chiesa, partecipano normalmente all'assemblea eucaristica, hanno sensibilità e preparazione pastorale, capacità di collaborazione e abbiano compiuto i 18 anni.

Articolazione e funzioni

Presidente del CPP è il Parroco. Egli convoca e presiede il Consiglio Pastorale, ne promuove le delibere e coordina il lavoro delle Commissioni.
Il consiglio Pastorale si riunisce in seduta ordinaria almeno trimestrale. Può essere convocato in seduta straordinaria per la trattazione di problemi urgenti.
In talune circostanze e per temi di particolare importanza, le riunioni del Consiglio potranno essere aperte a tutti i fedeli con diritto di parola, ma non di voto.
Le riunioni del CPP sono valide quando sono presenti la metà più uno dei membri. Il Consiglio prende le sue decisioni a maggioranza semplice, con voto palese. Nel caso di votazione di persone a votazione sarà segreta.
E' impegno del Consiglio ricercare un'ampia convergenza tra i suoi membri sugli argomenti in discussione, attraverso il confronto delle posizioni in atteggiamento di vera fraternità. Il ruolo del CPP è solo consuntivo, ma ha importanza rilevante all'interno del cammino decisionale, come apporto qualificato nella maturazione delle scelte pastorali (Sinodo 185). Il Parroco nelle sue decisioni non disattenderà il parere del CPP, soprattutto se unanime.
Qualora insorgessero divergenze in ordine a gravi problemi pastorali, si cercherà in ogni caso l'intesa attraverso un supplemento di preghiera e riflessione, ricorrendo eventualmente all'autorità competente (Sinodo 230)
Alla chiusura di ogni anno pastorale, il CPP esegue un bilancio del lavoro compiuto e lo rende noto con opportuno rilievo alla comunità parrocchiale. Meglio ancora se la comunità sarà messa a conoscenza dei lavori anche durante l'anno, tramite il bollettino parrocchiale (Sinodo 237).
Per rispondere alle attese di partecipazione ed educare alla corresponsabilità, sono raccomandati momenti di più largo coinvolgimento attraverso l'Assemblea Parrocchiale: il Parroco, consultando il CPP, la convoca pertanto quando si devono affrontare problemi importanti o straordinari sui quali è doveroso informare e interessare tutta la comunità (Sinodo 238).
Il CPP viene rinnovato ogni cinque anni. Alla scadenza tutti i membri decadono, anche se entrati a far parte durante il quinquennio.
Norme per l'elezione del CPP

Nel tempo fissato dall'Ufficio Pastorale Diocesano per il rinnovo degli Organismi di partecipazione, il Parroco con il CPP in carica fissa la data delle votazioni e definisce le modalità adeguate alla situazione parrocchiale e tendenti comunque a favorire una larga partecipazione all'elezione (Sinodo 234).
Possono votare i fedeli residenti nella parrocchia che abbiano compiuto i 18 anni.

 

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information